Torino – Antioca.it

Un punto molto interessante…

HO PERDONATO QUANDO…

1. Non chiedo più né mi aspetto che Dio li “punisca” per quello che mi hanno fatto!
2. Non mi”aspetto” più o “richiedo” loro di “cambiare” prima di perdonarli.
3. Non li evito più…
4. Non li tratto in modo diverso dai miei migliori amici, a prescindere da come mi trattano.
5. Non parlo più negativamente di loro agli altri…
6. Posso liberamente pregare per loro e “benedirli” senza doverlo fare per obbligo.
7. Posso gioire con loro perché ricevono cose che voglio e ancora non hanno.
8. Posso piangere con loro per le loro perdite senza sentire che hanno ottenuto ciò che meritavano.
9. Voglio solo il meglio per loro e sono deluso da loro e per loro quando non capiscono.
10. I miei primi pensieri e / o ricordi su di loro non sono più ciò che hanno fatto o non hanno fatto a me.

HAI RAGIONE…
QUESTO E’ IMPOSSIBILE

– SOLO LA GRAZIA DI DIO CI AIUTA A FARLO! –

[ Pastore Chester Wright ] Condiviso per la sorella Marìa e il fratello Alessandro Bracuto – ministro – pastore incaricato dell’opera Horeb Milano –


Seguimi…

Poi Gesù, passando oltre, vide un uomo che sedeva al banco delle imposte, chiamato Matteo, e gli disse: «Seguimi!». Ed egli, alzatosi, lo seguì. Matteo 9:9 (Nuova Diodati)

Seguire –> Richiede una decisione
Seguire –> Richiede un’azione
Seguire –> Richiede abbandonare il nostro cammino
Seguire –> Richiede abbandonare i nostri piani/progetti.
Seguire –> Richiede fede in chi devi seguire.
SEGUIRE –> RICHIEDE UNA CONOSCENZA DI CHI SEVI SEGUIRE.

Molti pensano che stanno seguendo Gesù, ma realmente per le loro opere, azioni, agire, pensieri, priorità ecc ecc… sono molto lontani dal seguire Gesù.