Numeri 26

Il secondo censimento
Nu 1; 21 Cr 2-8 (Ap 7:4-8)

1 Or, dopo la calamità, avvenne che l’Eterno parlò a Mosè e ad Eleazar, figlio del sacerdote Aaronne, dicendo: 2 «Fate il censimento di tutta l’assemblea dei figli d’Israele, dall’età di vent’anni in su, in base alle case dei loro padri, di tutti coloro che in Israele possono andare in guerra». 3 Così Mosè e il sacerdote Eleazar parlarono loro nelle pianure di Moab presso il Giordano sulla sponda opposta a Gerico, dicendo: 4 «Si faccia il censimento della gente dall’età di venti anni in su, come l’Eterno ha ordinato a Mosè e ai figli d’Israele, quando uscirono dal paese d’Egitto».


«Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell’occhio tuo? O, come potrai tu dire a tuo fratello: “Lascia che io ti tolga dall’occhio la pagliuzza”, mentre la trave è nell’occhio tuo? Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall’occhio di tuo fratello. Non date ciò che è santo ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le pestino con le zampe e rivolti contro di voi non vi sbranino.
Vangelo secondo Matteo 7:1‭-‬6 NR94
Riferimento… [ Luca 6:37-38, 41-42 ]

Versione LBDG

Matteo 7:1-6

1 Non criticate e non sarete criticati. 2 Perché Dio vi giudicherà con lo stesso criterio che voi usate per giudicare gli altri. 3 Perché stai a guardare il bruscolo che è nell’occhio di un fratello, quando nel tuo c’è una trave? 4 Come puoi dire: “Amico, lascia che ti aiuti a togliere il bruscolo dall’occhio,” quando non riesci neppure a vedere per la trave che è nel tuo? 5 Ipocrita! Togli prima la tua trave. Allora sì che potrai vedere abbastanza da poter aiutare tuo fratello!
6 Non date ai cani ciò che è santo e non gettate le vostre perle ai maiali! Le calpesteranno, poi si volteranno contro di voi per attaccarvi.


pastore@Antioca.it