Deuteronomio 32:1-51 

«Porgete orecchio, o cieli, e io parlerò; e ascolta, o terra, le parole della mia bocca. 2 Il mio insegnamento scenderà come la pioggia, la mia parola stillerà come la rugiada, come la pioggerella sull’erba tenera e come un acquazzone sugli arbusti, 3 poiché io proclamo il nome dell’Eterno. Magnificate il nostro DIO! 4 Egli è la Roccia, l’opera sua è perfetta, poiché tutte le sue vie sono giustizia. È un Dio di fedeltà e senza ingiustizia; egli è giusto e retto. 5 Ma essi si sono corrotti; non sono suoi figli, a motivo della loro colpa, generazione contorta e perversa.

Deuteronomio 33:1-5

1 Or questa è la benedizione con la quale Mosè, uomo di DIO, benedisse i figli d’Israele, prima di morire. 2 Disse dunque: «L’Eterno è venuto dal Sinai e si è levato su di loro da Seir; è apparso nel suo splendore dal monte Paran, è giunto dal mezzo delle miriadi dei santi; dalla sua destra usciva per essi una legge di fuoco. 3 Certo, egli ama i popoli; tutti i suoi santi sono nelle tue mani; essi siedono ai tuoi piedi, ciascuno riceve le tue parole. 4 Mosè ci ha prescritto una legge, un’eredità dell’assemblea di Giacobbe. 5 Egli è stato re in Jeshurun, quando si radunavano i capi del popolo, tutte assieme le tribù d’Israele.

Deuteronomio 34:1-5

1 Poi Mosè salì dalle pianure di Moab sul Monte Nebo, in vetta al Pisgah, che è sulla sponda opposta a Gerico. E l’Eterno gli fece vedere tutto il paese di Galaad fino a Dan, 2 tutto Neftali, il paese di Efraim e di Manasse, tutto il paese di Giuda fino al mare occidentale, 3 il Neghev e la pianura della valle di Gerico, città delle palme, fino a Tsoar. 4 L’Eterno gli disse: «Questo è il paese che ho promesso con giuramento ad Abrahamo, a Isacco e a Giacobbe, dicendo: “Io lo darò alla tua discendenza”. Io te l’ho fatto vedere con i tuoi occhi, ma tu non vi entrerai!». 5 Così Mosè, servo dell’Eterno, morì là, nel paese di Moab, secondo la parola dell’Eterno.