1 Re 18:1-5

1 Molto tempo dopo, durante il terzo anno, la parola dell’Eterno fu indirizzata ad Elia, dicendo: «Va’ presentati ad Achab e io manderò la pioggia sul paese». 2 Elia andò a presentarsi ad Achab. Ora in Samaria c’era una grande carestia. 3 Achab mandò a chiamare Abdia che era il suo maggiordomo. (Abdia temeva grandemente l’Eterno; 4 così, quando Jezebel sterminava i profeti dell’Eterno, Abdia prese cento profeti e li nascose cinquanta in una caverna, e provvide loro pane e acqua). 5 Achab disse ad Abdia: «Va’ attraverso il paese verso tutte le sorgenti e tutti i corsi d’acqua; forse troveremo erba sufficiente per poter conservare in vita i cavalli e i muli e non dovremo uccidere nessuno dei nostri animali».

1 Re 19:1-5

1 Achab riferì a Jezebel tutto ciò che Elia aveva fatto e come aveva ucciso con la spada tutti i profeti. 2 Allora Jezebel inviò un messaggero a Elia per dirgli: «Gli dèi mi facciano così e anche peggio, se domani a quest’ora non avrò fatto di te come uno di loro». 3 Quando sentì questo, Elia si levò e se ne andò per mettersi in salvo. Giunse a Beer-Sceba, che appartiene a Giuda, e vi lasciò il suo servo. 4 Egli invece si inoltrò nel deserto una giornata di cammino, andò a sedersi sotto una ginestra e chiese di poter morire, dicendo: «Ora basta, o Eterno! Prendi la mia vita, perché io non sono migliore dei miei padri». 5 Poi si coricò e si addormentò sotto la ginestra; ma ecco un angelo lo toccò e gli disse: «Alzati e mangia».

1 Re 20:1-5

1 Ben-Hadad, re di Siria, radunò tutto il suo esercito; con lui c’erano trentadue re con cavalli e carri; poi salì, cinse d’assedio Samaria e l’attaccò. 2 Inviò quindi messaggeri in città ad Achab, re d’Israele, per dirgli: 3 «Così dice Ben-Hadad: “Il tuo argento ed il tuo oro sono miei, anche le tue mogli e i tuoi migliori figli sono miei”». 4 Il re d’Israele rispose: «È come tu dici, o re, mio signore; io e tutto ciò che ho siamo tuoi». 5 I messaggeri tornarono di nuovo e dissero: «Così parla Ben-Hadad: “Io ti ho mandato a dire che mi devi dare il tuo argento e il tuo oro, le tue mogli e i tuoi figli;