Geremia 32:1-5

1 La parola che fu rivolta a Geremia da parte dell’Eterno nel decimo anno di Sedekia, re di Giuda, che fu l’anno diciottesimo di Nebukadnetsar. 2 L’esercito del re di Babilonia assediava allora Gerusalemme e il profeta Geremia era rinchiuso nel cortile della prigione che era nella casa del re di Giuda. 3 Lo aveva fatto rinchiudere Sedekia, re di Giuda, dicendo: «Perché profetizzi, dicendo: “Così dice l’Eterno: Ecco, io darò questa città in potere del re di Babilonia ed egli la prenderà. 4 Sedekia, re di Giuda non scamperà dalle mani dei Caldei, ma sarà certamente dato in potere del re di Babilonia e parlerà con lui faccia a faccia e lo vedrà con i suoi stessi occhi. 5 Poi egli condurrà Sedekia a Babilonia, dove egli resterà finché io lo visiterò, dice l’Eterno. Se combattete contro i Caldei non riuscirete a nulla”!».

Geremia 33:1-5

1 La parola dell’Eterno fu rivolta una seconda volta a Geremia, mentre era ancora rinchiuso nel cortile della prigione, dicendo: 2 «Così dice l’Eterno che fa questo, l’Eterno che lo forma per stabilirlo, il cui nome è l’Eterno: 3 Invocami e io ti risponderò, e ti annunzierò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci. 4 Poiché così dice l’Eterno, il DIO d’Israele, riguardo alle case di questa città e riguardo alle case dei re di Giuda che saranno demolite di fronte ai terrapieni e alla spada. 5 Essi verranno a combattere con i Caldei, ma solo a riempirle di cadaveri di uomini, che io percuoterò nella mia ira e nel mio furore, perché nasconderò la mia faccia da questa città per tutta la loro malvagità.

Geremia 34:1-5

1 La parola che fu rivolta dall’Eterno a Geremia, quando Nebukadnetsar re di Babilonia con tutto il suo esercito e tutti i regni della terra su cui egli dominava e tutti i popoli combattevano contro Gerusalemme e contro tutte le sue città, dicendo: 2 «Così dice l’Eterno, il DIO d’Israele: Va’ e parla a Sedekia, re di Giuda, e digli: Così dice l’Eterno: Ecco, io do questa città in mano del re di Babilonia, che la darà alle fiamme. 3 Tu non scamperai dalla sua mano, ma sarai certamente preso e dato in suo potere; i tuoi occhi vedranno gli occhi del re di Babilonia, egli ti parlerà faccia a faccia e tu andrai a Babilonia». 4 Tuttavia ascolta la parola dell’Eterno, o Sedekia, re di Giuda: «Così dice l’Eterno riguardo a te: Non morirai di spada. 5 Ma morirai in pace; e come bruciarono aromi per i tuoi padri, gli antichi re che furono prima di te, così bruceranno aromi per te e faranno cordoglio per te, dicendo: “Ahimè, Signore!”. Sì, io ho pronunciato questa parola», dice l’Eterno