Ezechiele 34:1-5

1 La parola dell’Eterno mi fu ancora rivolta, dicendo: 2 «Figlio d’uomo, profetizza contro i pastori d’Israele; profetizza e di’ a quei pastori: Così dice il Signore, l’Eterno: Guai ai pastori d’Israele che pascolano se stessi! I pastori non dovrebbero invece pascere il gregge? 3 Voi mangiate il grasso, vi vestite di lana, ammazzate le pecore grasse, ma non pascete il gregge. 4 Non avete fortificato le pecore deboli, non avete curato la malata, non avete fasciato quella ferita, non avete riportato a casa la smarrita e non avete cercato la perduta, ma avete dominato su loro con forza e durezza. 5 Così esse per mancanza di pastore si sono disperse, sono diventate pasto di tutte le fiere della campagna e si sono disperse.

Ezechiele 35:1-5

1 La parola dell’Eterno mi fu nuovamente rivolta, dicendo: 2 «Figlio d’uomo, volgi la tua faccia verso il monte Seir e profetizza contro di esso, 3 e digli: Così dice il Signore, l’Eterno: Ecco, io sono contro di te, o monte Seir. Io stenderò la mia mano contro di te e ti renderò una desolazione e un deserto. 4 Io ridurrò le tue città in rovine e tu diventerai una desolazione. Allora riconoscerai che io sono l’Eterno. 5 Poiché tu hai avuto un’antica inimicizia e hai consegnato i figli d’Israele in balìa della spada al tempo della loro calamità, quando la loro iniquità era giunta al colmo.

Ezechiele 36:1-5

1 «Tu figlio d’uomo, profetizza ai monti d’Israele e di’: O monti d’Israele, ascoltate la parola dell’Eterno. 2 Così dice il Signore, l’Eterno: Poiché il nemico ha detto di voi: “Ah, ah! I colli eterni sono divenuti nostro possesso”, profetizza e di’: 3 Così dice il Signore, l’Eterno: Sì, poiché hanno voluto devastarvi e inghiottirvi da ogni lato per farvi diventare possesso del resto delle nazioni e perché siete stati oggetto dei discorsi delle malelingue e delle calunnie della gente», 4 perciò, o monti d’Israele, ascoltate la parola del Signore, dell’Eterno. Così dice il Signore, l’Eterno, ai monti e ai colli, ai burroni e alle valli, ai luoghi devastati e desolati e alle città abbandonate che sono divenute preda e oggetto di disprezzo del resto delle nazioni d’intorno. 5 Perciò così dice il Signore, l’Eterno: «Sì, nel fuoco della mia gelosia io parlo contro il resto delle nazioni e contro tutto Edom che hanno fatto del mio paese il loro possesso con tutta la gioia del cuore e disprezzo dell’anima, per cacciarlo come preda.