Salmi 9:1-5

1 [Al maestro del coro. Sul motivo: “La morte del figlio”. Salmo di Davide.] Io ti celebrerò, o Eterno, con tutto il mio cuore, narrerò tutte le tue meraviglie. 2 Gioirò e mi rallegrerò in te; canterò le lodi al tuo nome, o Altissimo. 3 Poiché i miei nemici voltano le spalle, cadono e periscono davanti a te. 4 Tu infatti hai sostenuto la mia rettitudine e la mia causa; ti sei assiso sul trono come giusto giudice. 5 Tu hai sgridato le nazioni, hai distrutto l’empio, hai cancellato il loro nome per sempre.

Salmi 10:1-5

1 O Eterno, perché te ne stai lontano? Perché ti nascondi in tempi di avversità? 2 L’empio nella sua superbia perseguita con violenza il misero; essi saranno presi nelle macchinazioni stesse da loro ideate, 3 perché l’empio si gloria dei desideri dell’anima sua, benedice il rapace e disprezza l’Eterno. 4 L’empio, nell’arroganza del suo volto, non cerca l’Eterno; tutti i suoi pensieri sono: «DIO non c’è». 5 Le sue vie prosperano in ogni tempo; i tuoi giudizi sono per lui troppo alti, lontani dalla sua portata; egli schernisce tutti i suoi nemici.

Salmi 11:1-5

1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] Io mi rifugio nell’Eterno; come potete dire all’anima mia: «Fuggi al tuo monte, come un uccelletto»? 2 Perché ecco, gli empi tendono l’arco, aggiustano le loro frecce sulla corda, per tirarlenel buio contro i retti di cuore. 3 Quando le fondamenta sono distrutte, che può fare il giusto? 4 L’Eterno è nel suo tempio santo; l’Eterno ha il suo trono nei cieli; i suoi occhi vedono, le sue palpebre scrutano i figli degli uomini. 5 L’Eterno prova il giusto; ma l’anima sua odia l’empio e colui che ama la violenza.

Salmi 12:1-5

1 [Al maestro del coro. Su un’arpa a otto corde. Salmo di Davide.] Salva, o Eterno, perché gli uomini pii son venuti meno, e i veraci sono scomparsi in mezzo ai figli degli uomini. 2 Ciascuno mente al suo prossimo e parla conlabbro adulatore e con cuore doppio. 3 L’Eterno recida tutte le labbra adulatrici e la lingua che parla con orgoglio, 4 di coloro che dicono: «Con la nostra lingua prevarremo; le nostre labbra ci appartengono; chi è signore sopra dinoi?». 5 «A motivo dell’oppressione dei miseri e del grido dei bisognosi, ora mi leverò», dice l’Eterno, «e li salverò da quelli che li insidiano».

Salmi 13:1-5

1 [Al maestro del coro. Salmo di Davide.] Fino a quando, o Eterno, mi dimenticherai? Sarà forse per sempre? Fino a quando mi nasconderai il tuo volto? 2 Fino a quando farò deliberazioni nella mia anima e avrò afflizione nel mio cuore tutto il giorno? Fino a quando s’innalzerà il mio nemico sopra di me? 3 Guarda attentamente e rispondimi, o Eterno, DIO mio, illumina i miei occhi, affinché non m’addormenti nel sonno della morte, 4 perché il mio nemico non dica: «L’ho vinto», e perché i miei nemici non si rallegrino, quando vacillo. 5 Ma io confido nella tua benignità, e il mio cuore esulterà nella tua liberazione;

Salmi 14:1-5

1 [Al maestro del coro. Di Davide.] Lo stolto ha detto nel suo cuore: «Non c’è DIO». Sono corrotti, fanno cose abominevoli; non c’è alcuno che faccia il bene. 2 L’Eterno guarda dal cielo sui figli degli uomini, per vedere se vi sia qualcuno che abbia intendimento, che cerchi DIO. 3 Si sono tutti sviati, si sono tutti corrotti; non c’è alcuno che faccia il bene, neppure uno. 4 Non hanno alcun intendimento tutti gli operatori di iniquità, che mangiano il mio popolo come se mangiassero del pane e non invocano l’Eterno? 5 Là saranno presi da una grande paura, perché DIO è con la gente giusta.

Salmi 15:1-5

1 [Salmo di Davide.] O Eterno, chi dimorerà nella tua tenda? Chi abiterà sul tuo santo monte? 2 Colui che cammina in modo irreprensibile e fa ciò che è giusto, e dice la verità come l’ha nel cuore, 3 che non calunnia con la sua lingua, non fa alcun male al suo compagno, e non lancia alcun insulto contro il suo prossimo. 4 Ai suoi occhi è disprezzata la persona spregevole, ma egli onora quelli che temono l’Eterno; anche se ha giurato a suo danno, egli non ritratta; 5 non dà il suo denaro ad usura e non accetta doni contro l’innocente. Chi fa queste cose non sarà mai smosso.

Salmi 16:1-5

1 [Inno di Davide.] Proteggimi, o Dio, perché io mi rifugio in te. 2 Ho detto all’Eterno: «Tu sei il mio Signore; non ho alcun bene all’infuori di te». 3 Tutta la mia affezione è riposta negli uomini santi ed onorevoli che sono sulla terra. 4 I dolori di quelli che corrono dietro ad altri dèi saranno moltiplicati; io non verserò le loro libazioni di sangue e non pronuncerò con le mie labbra i loro nomi. 5 L’Eterno è la mia parte di eredità e il mio calice; tu, o Eterno, tieni al sicuro quel che mi è toccato in sorte.