Giobbe 17:1-5

1 «Il mio spirito è infranto, i miei giorni si estinguono, il sepolcro mi aspetta. 2 Non sono io circondato da schernitori? Il mio occhio si sofferma sui loro insulti. 3 Dammi ora un pegno presso di te, altrimenti chi stringerebbe la mano con me come garante? 4 Poiché hai impedito alla loro mente di intendere, perciò non li farai trionfare. 5 Chi tradisce gli amici fino a depredarli, vedrà venir meno gli occhi dei suoi figli.

Giobbe 18:1-5

1 Allora Bildad di Shuah rispose e disse: 2 «Quando porrai fine alle parole? Acquista intendimento e poi parleremo. 3 Perché siamo considerati come bestie e ritenuti spregevoli ai tuoi occhi? 4 Tu che laceri te stesso nella tua ira, dovrebbe la terra essere abbandonata per causa tua o la roccia essere rimossa dal suo posto? 5 Sì, la luce del malvagio si spegne e la fiamma del suo fuoco non brilla più.

Giobbe 19:1-5

1 Allora Giobbe rispose e disse: 2 «Fino a quando affliggerete la mia anima e mi opprimerete coi vostri discorsi? 3 Sono già dieci volte che mi schernite e non vi vergognate di offendermi. 4 Anche se fosse vero che ho mancato, il mio errore riguarderebbe me solo. 5 Ma se proprio volete insuperbire contro di me rimproverandomi l’oggetto della mia vergogna,

Giobbe 20:1-5

1 Allora Zofar di Naamath rispose e disse: 2 «Per questo i miei pensieri mi spingono a rispondere, a motivo dell’agitazione che sento dentro di me. 3 Ho udito un rimprovero che mi disonora, ma il mio spirito mi spinge a rispondere in base al mio intendimento. 4 Non sai tu che da sempre, da quando l’uomo fu posto sulla terra, 5 il trionfo dei malvagi dura poco e la gioia degli empi non dura che un istante?