Giobbe 14:1-5

1 «L’uomo nato da donna vive pochi giorni ed è pieno di inquietudini. 2 Spunta come un fiore, poi è reciso; fugge come un’ombra e non dura. 3 Sopra un tale essere tu tieni gli occhi aperti, e mi fai comparire in giudizio con te. 4 Chi può trarre una cosa pura da una impura? Nessuno. 5 Poiché i suoi giorni sono fissati, il numero dei suoi mesi dipende da te, e tu gli hai posto dei limiti che non può oltrepassare;

Giobbe 15:1-5

1 Allora Elifaz di Teman rispose e disse: 2 «Un uomo saggio risponde forse con una conoscenza vana, e si riempie di vento orientale? 3 Discute forse con discorsi inutili e con parole che non servono a nulla? 4 Sì, tu abolisci la pietà ed elimini la preghiera davanti a Dio. 5 Poiché il tuo misfatto ti suggerisce le parole e scegli il linguaggio degli astuti.

Giobbe 16:1-5

1 Allora Giobbe rispose e disse: 2 «Di cose come queste ne ho udite tante! Siete tutti dei consolatori molesti! 3 Quando finiranno i vostri discorsi vuoti? O che cosa ti spinge a rispondere? 4 Anch’io potrei parlare come voi, se foste al mio posto; potrei mettere assieme parole contro di voi scuotendo il mio capo contro di voi. 5 Ma vi incoraggerei con la mia bocca e il conforto delle mie labbra allevierebbe il vostro dolore.