Ogni punto dovrebbe essere presente a casa, ogni giorno…

1. io ti amo
2. io sono orgogliosa di te
3. mi dispiace, scusami
4. ti perdono
5. ti sto ascoltando
6. questa è la tua responsabilità
7. coraggio, c’è la poi fare in Cristo Gesù!

L’Angolo Della Mamma
11 Ago 2017 / Sorella Giovanna – traduzione

Deuteronomio 6:4-9 LND

Ascolta, Israele: l’Eterno, il nostro DIO, l’Eterno è uno.

Tu amerai dunque Eterno, il tuo DIO, con tutto i tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta a tua forza.

E queste parole che oggi ti comando rimarranno nel tuo cuore;

e inculcherai ai tuoi figli, ne parlerai quando sei seduto in casa tua, quando cammini per strada, quando sei coricato e quando ti alzi.

Le legherai come un segno alla mano, saranno come fasce tra gli occhi,

e le scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte.

Mezuzah, in ebraico מזוזה, stipite (della porta), plurale מזוזות (mezuzot) è un oggetto rituale ebraico, consistente in una pergamena (claf) su cui sono stilati i passi della Torah corrispondenti alle prime due parti dello Shema, preghiera fondamentale della religione ebraica (Deuteronomio6:4-9 e Deuteronomio 11:13-21); solitamente essa viene racchiusa in un apposito contenitore… ( Wikipedia )

parole chiavi nel prossimo verso…

ammaestramento
conoscenza
sapienza
prudenza
riflessione
il timore dell’Eterno

Proverbi 8 LND
10 Ricevete il mio ammaestramento e non l’argento, la conoscenza invece dell’oro scelto,
11 perchè la sapienza vale piú delle perle, e tutte le cose che uno può desiderare non l’eguagliano.
12 Io, la sapienza, sto con la prudenza e trovo la conoscenza della riflessione.
13 Il timore dell’Eterno è odiare il male; io odio la superbia, l’arroganza, la via malvagia e la bocca perversa.

pace di Cristo Gesù!
pastore@Antioca.it

Venerdì, 11 Agosto 2017 14:00

[ puntata l’angolo della mamma ] Dio benedica la famiglia Famularo DiGirolamo che ci ha ospitato per questa puntata nel Nome di Gesù!

Dal ministro Alessandro Bracuto, incaricato dell’opera di Milano

2 Corinzi 10:15 E non ci vantiamo oltre misura delle fatiche altrui, ma nutriamo la speranza che, crescendo la vostra fede, noi saremo maggiormente considerati tra di voi secondo i nostri limiti

Molte volte ci lamentiamo della scarsa o assenza considerazione da parte di alcuni, senza tener presente che tali persone mancano di fede…

Bisogna concentrarsi nel far crescere la loro fede, manifestando le opere della nostra fede…

Dio vi benedica!

Horeb