Queste note sono molto interessanti per il mio studio. 

il battessimo nel Nome di Gesù per il perdono dei peccati

il comandamento…

Matteo 28:19

Andate dunque, e fate discepoli di tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santoil atto, la ubbidienza al comandamento…

Atti 2:38

Allora Pietro disse loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo.


From: Gerardi, Giuseppe. Pace di Cristo pastore.
Come mi hai chiesto ieri, ti invio queste piccole testimonianze, sul battesimo.
L'Enciclopedia Cattolica, II, Pagina 263: “La formula battesimale è stata cambiata da nel nome di Gesù Cristo alle parole Padre, Figlio e Spirito Santo, dalla Chiesa cattolica nel secondo secolo”.
Joseph Ratzinger, cardinale cattolico (poi diventato papa): Egli fa questa confessione circa l'origine del testo principale trinitario di Matteo 28:19. “La forma di base della nostra professione di fede, ha preso forma nel corso dei secoli secondo e terzo in connessione con la cerimonia del battesimo. Per quanto riguarda il suo luogo d'origine il testo [Matteo 28,19] proviene dalla città di Roma. Il battesimo trinitario e il testo di Matteo 28:19, pertanto non hanno avuto origine dalla Chiesa originale che ebbe inizio a Gerusalemme e stato piuttosto, una invenzione intorno all'anno 33. Esso è stato, come la prova dimostra, una invenzione del cattolicesimo romano, completamente inventato. Pochissimi sanno di questi fatti storici“.
La Bibbia di Gerusalemme. Nella nota a Matteo 28:19 della Bibbia di Gerusalemme si dice quanto segue: «È possibile che questa formula risenta, nella sua precisione, dell’uso liturgico stabilitosi più tardi nella comunità primitiva. Si sa che gli Atti parlano di battezzare “nel nome di Gesù” (Cf. At. 1:5; 2:38)…».
Università Cattolica d'America di Washington, 1923, Studi sul Nuovo Testamento – n. 5: Il comando del Signore di battezzare. Indagine storico-critica. Pag. 27. Di Bernard Henry Cunco: “I passi degli Atti e le Lettere di san Paolo. Questi passi sembrano indicare la prima forma, come il battesimo nel nome del Signore. È possibile conciliare questi fatti con la convinzione che Cristo comandò ai suoi discepoli di battezzare nella formula trinitaria? Se Cristo avesse dato un comando del genere, la Chiesa Apostolica sarebbe stata spinta ad eseguirlo, e dovremmo avere qualche traccia di questa obbedienza nel Nuovo Testamento. Ma non se ne trova nessuna traccia.L'unica spiegazione di questo silenzio, secondo la visione anti-tradizionale, è che questa breve cristologica formula (nel nome di Gesù) era quella originale, mentre la più lunga formula trinitaria fu uno sviluppo successivo”.

Enciclopedia Britannica, Edizione XI. Vol. 3, Pagine 365-366. – "La formula battesimale è stata cambiata da nel nome di Gesù Cristo alle parole Padre, Figlio e lo Spirito Santo dalla Chiesa cattolica nel 2° secolo". Vol. 3 Pagina 82 – “Ovunque nelle più antiche fonti si afferma che il battesimo ha avuto luogo nel nome di Gesù Cristo”.
Enciclopedia Cattolica, 1913 Vol. 2, Pagina 365. Qui il Cattolicesimo riconosce che il battesimo è stato modificato dalla Chiesa cattolica. Eusebio di Cesarea testimonia (265-340 d. C.), vescovo e famoso storico, aveva diretto la Biblioteca di Panfilo di Antiochia e, quindi, conosceva bene gli scritti evangelici del primo secolo, fra cui le prime copie manoscritte del Vangelo di Matteo. Nella sua opera Prova Biblica (pagina 1 52) scrisse che Gesù Cristo aveva detto ai discepoli: “Andate, dunque, e fate discepoli da tutte le nazioni nel mio nome…”.
Dio ti benedica – Gerardi, Giuseppe. Brandizzo, Italia.