No Fear, Non paura…

Dopo il temporale… Dopo il tempo di una estrema desolazione,
il popolo deve essere «consolato», cioè sarà messo nella condizione
di cessare le sue lamentazioni,
di rimettersi in piedi e ritrovare coraggio…


Isaia 41:10La Nuova Diodati (LND)

Non temere, perché io sono con te non smarrirti, perché io sono il tuo DIO.
Io ti fortifico e anche ti aiuto e ti sostengo con la destra della mia giustizia.
Un verso può cambiare la tua giornata, pdC!

un Commentario…
Con quali argomenti vincere questo scoraggiamento? Se Dio è eterno, la sua sapienza deve anch’essa avere delle risorse di cui abbiamo nessuna idea, e la sua forza deve essere propriamente inesauribile (40,27-31). E il profeta è ricorso a delle immagini ancora più forti: una madre può dimenticare suo figlio (49,14-15), un uomo può respingere la donna che è stato il grande amore della sua giovinezza (54,6-7)?
Le prime parole di questa piccola raccolta sono ripetute con insistenza: «Consolate, consolate il mio popolo, dice il vostro Dio» (40,1). Dopo il tempo di una estrema desolazione, il popolo deve essere «consolato», cioè sarà messo nella condizione di cessare le sue lamentazioni, di rimettersi in piedi e ritrovare coraggio. Questo popolo ha un bel credersi alla fine, la consolazione deve mostrare che dal cuore di Dio scorre un avvenire.
[source http://www.taize.fr/it_article8161.html]