Dal pastore@Antioca.it
www.Antioca.it TORINO e MILANO

…è necessario dimostrare al perduto la nostra fede!
…dimostrare un buon esempio
…una buona testimonianza

[ Inutilità delle fede senza le opere ]
14 A che giova, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo? 15 Or, se un fratello o una sorella sono nudi e mancano del cibo quotidiano, 16 e qualcuno di voi dice loro: «Andatevene in pace, scaldatevi e saziatevi», ma non date loro le cose di cui hanno bisogno per il corpo, a che giova? 17 Così è pure della fede; se non ha le opere, per se stessa è morta. 18 Ma qualcuno dirà: «Tu hai la fede, e io ho le opere»; mostrami la tua fede senza le tue opere e io ti mostrerò la mia fede con le mie opere. Giacomo 2:14-18 LND

La Testimonianza è il tutto per la crescita…
Secondo Atti 2:46 LND
E perseveravano con una sola mente tutti i giorni nel tempio e rompendo il pane di casa in casa, prendevano il cibo insieme con gioia e semplicità di cuore…

LBDG
Ogni giorno, tutti insieme, andavano al tempio, poi, per spezzare il pane, s’incontravano nelle case a piccoli gruppi e mangiavano insieme, con grande gioia e gratitudine, lodando Dio. Tutta la città li guardava di buon occhio e, ogni giorno, Dio aggiungeva al loro gruppo tutti quelli che erano sulla via della salvezza.

la testimonianza è una dimostrazione della nostra fede…

Giacomo 1:22 LND
E siate facitori della parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi.

[ laparola.net porta questo comentario ]
23 Perchè se uno è uditore della Parola e non facitore, è simile a un uomo che mira la sua faccia naturale in uno specchio; e quando s’è mirato se ne va e subito dimentica qual era.

L’aver veduto riflesso nella lastra metallica pulita ch’era lo specchio degli antichi, il proprio volto quale glielo ha dato la natura, non serve a nulla, se l’uomo che ha costatato le sozzure da lavare, il disordine da eliminare, se ne va, dimentica tutto, e non fa niente di ciò che Io specchio gli ha mostrato doversi fare. Così, a nulla serve l’aver udito la Parola che, a guisa di specchio, rivela all’uomo la sua figura morale: i peccati che han da esser perdonati, i difetti che han da essere eliminati, le virtù che devonsi acquistare, se poi chi ha conosciuta la verità non cerca il perdono presso Colui che lo pub dare, non combatte le cattive inclinazioni, non abbandona i peccati conosciuti, non lotta per rivestire le virtù cristiane, in breve, non mette in opera quello che la Parola di Dio comanda. Chi si conduce in modo così poco serio, è simile all’uomo stolto che ha edificato la casa sulla rena.